Attacchi di panico

Attacchi di panico

attacco di panico“Un fulmine a ciel sereno”, “Credevo di avere un infarto”, “Mentre ero in fila alla cassa, mi sono sentito/a morire”: queste, spesso, sono le frasi utilizzate da chi ha vissuto un attacco di panico per descrivere tale esperienza. Un’esperienza spaventosa che segna una traccia indelebile e che lascia la persona terrorizzata all’idea che quello che ha provato possa accadere nuovamente, in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.

Tremore e formicolio agli arti, tachicardia, sudore freddo, dolore al petto, difficoltà a respirare, capogiri, sensazione di svenire o di morire, paura di impazzire sono, infatti, alcuni dei sintomi che caratterizzano un attacco di panico.

Si tratta di un malessere che attanaglia senza un motivo apparente molti uomini e donne con alle spalle una vita “normale” e spesso professionalmente realizzati che, dopo aver vissuto la crisi di panico, ne rimangono profondamente turbati, con conseguenti ricadute sulla vita privata e sociale.

L’attacco di panico sembra bene esprimere il dolore del nostro tempo all’interno di una società in cui il generale senso di smarrimento induce l’uomo a non avere fiducia nel futuro, nel lavoro e nelle relazioni, lasciando le persone sempre più sole e “disancorate”, prive di punti di riferimento certi e costrette a farcela da soli.

Il supporto terapeutico aiuta la persona con disturbo di panico a dare una cornice di senso a quanto accaduto, mirando a far recuperare la propria spontaneità, a godere delle relazioni e a guardare al futuro con fiducia.

Tags
About The Author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *